Il contributo del biomagnetismo nella vita dei cittadini

Ha avuto un’importante conferma da esperti e illustri ricercatori.

Nel ormai lontano 11 Luglio del  2003 a Milano, presso il Palazzo Isimbardi, sede della Provincia Organizzato da Provincia e Associazione per la ricerca e il recupero delle cardiopatie Onlus, ci fu un incontro con diversi esperti tra cui: Dr. Flavio Acquistapace, primario di cardiologia riabilitativa del Policlinico di Monza ed il Dr. Francesco Avaldi, medico omeopata.

L’incontro affrontò il tema del biomagnetismo, cioè lo studio dei campi magnetici associati alle attività fisiologiche e patologiche del corpo umano, con lo scopo di ricaricare e rigenerare le cellule prive di forza vitale perchè “stressate” da continui stimoli elettromagnetici.

Secondo gli esperti la tecnica del BIOMAGNETISMO potrà essere, in un futuro, impiegata anche nella prassi quotidiana.

I magneti : POLO NEGATIVO E POLO POSITIVO utilizzati in modo esperto, sono in grado di dissipare quelle onde elettromagnetiche che alterano le strutture cellulari, che provocano patologie come stanchezza cronica, insonnia e cefalea.

Questo in sintesi, l’obiettivo del BIOMAGNETISMO.